Condividi sui tuoi social!

Come scrivere email freddeL’onda emotiva andrebbe sempre sfruttata. Lo dimostrano i dati relativi agli acquisti d’impulso che sono sempre più incoraggianti. Tuttavia può capitare che non si riesca a cavalcare il trend in quel momento. In tal caso, non c’è da disperare. Che vi troviate ad inviare una mail ad un prospect per finalità sales o ad un potenziale publisher con obiettivi di PR online, questo breve HowTo su “Come scrivere email fredde” vi sarà molto utile per sfruttare al massimo la vostra opportunità di contatto e non bruciarla creando un buco comunicativo. Ci sono dei trucchetti interessanti per dare un senso al primo contatto, massimizzare il risultato di una email fredda.

Carpe diem, dicevano i nostri avi. Vero… e se con ce l’avete fatta? Nessun problema. Esistono dei trucchi su come scrivere email fredde in modo che possiate recuperare il vostro target e, probabilmente, portarlo all’azione a cui l’avreste portato più facilmente vis à vis.

Ideare un oggetto bomba
Il corpo del testo è molto importante ma il vostro lettore non ci arriverà mai se non aprirà il messaggio. Ecco perché dovete impiegare davvero tanto tempo a scovare un oggetto della mail forte, che incuriosisca, che non sembri sfacciatamente forzato e che prometta ciò che il resto della comunicazione poi realmente mantiene.

Racchiudere il messaggio in massimo 5/7 parole
Se siete qui a leggere come scrivere email fredde, è perché avete una necessità. Vi serve qualcosa da qualcuno. Non girateci intorno, nessuno ha tempo da perdere e la soglia di attenzione del lettore web è molto bassa. Andate subito al sodo con una frase d’apertura che su questo punto sia chiara e che non superi le 5/7 parole. Avrete tutto il resto della mail per spiegare meglio i concetti.

Accreditarsi presso il lettore
Non date mai per scontato che vi si conosca, anche se avete fatto cose importanti. Aggiungeteci poi che, pur se conosciuti, l’utente potrebbe avere di voi un’idea diversa dalla vostra. Il miglior modo per raddrizzare il discorso è accreditarvi nel corso della mail con un esempio pratico e reale di un risultato importante che avete conseguito. Di più sarebbe superfluo e forse irritante ma “un gettone” accende l’attenzione in chi vi legge.

Essere informali ogni volta che se ne ha la possibilità
In Italia siamo ancora alle barriere linguistiche dove il rispetto si dimostra dal “lei” e non dalle azioni. All’estero non è così. Se avete raggiunto un minimo di confidenza per bypassare questa fase da cena aziendale, fatelo perché la comunicazione informale è scientificamente più efficace. Il distacco linguistico genera un atteggiamento difensivo che non è mai ideale per ottenere qualcosa.

Published On: giovedì, 25 Giugno 2015 / Categories: Consulenza Digital /

Condividi sui tuoi social!

Scrivi un commento

Iscriviti per restare al passo con le ultime novità del digital

Ricevi la newsletter di Comon e non perderti le nostre guide e news, promettiamo di non inviarti troppe email! 🙂