Condividi sui tuoi social!

Se lavori nel digital marketing sai bene quanto sia bassa la soglia di attenzione degli utenti che navigano su siti web e social network. Secondo gli ultimi dati e ricerche, il tempo massimo utile per coinvolgere potenziali clienti è sempre più ridotto: se nel 2012 avevamo 12 secondi di tempo, attualmente abbiamo appena 8 secondi di attenzione, ossia un secondo in meno rispetto a quella dei pesci rossi, animali che sicuramente non sono famosi per la loro capacità di concentrazione.

La continua diminuzione della soglia dell’attenzione si traduce nella necessità sempre maggiore di creare contenuti visivi in grado di cogliere l’attimo e trasmettere messaggi commerciali o informativi in modo chiaro, conciso e semplice da ricordare.

Ecco quindi che in una strategia di content marketing è fondamentale inserire contenuti che possano essere arricchiti da immagini accattivanti, utilizzando quello che viene chiamato visual storytelling. Inoltre, comunicando attraverso le immagini, avrai a disposizione contenuti immediatamente spendibili su Facebook, Instagram e le diverse piattaforme social.

Visual content marketing in numeri

L’utilizzo di contenuti visivi a bassa soglia di attenzione è vantaggioso perché:

  • I post social con video, foto e grafiche ottengono un engagement superiore del 180% rispetto a quelli con solo testo
  • I tweet corredati di immagini vengono retweettati 3 volte di più
  • Gli utenti sono più predisposti all’acquisto dei prodotti dopo aver visto un video correlato
  • Il 93% dei post Facebook con più reazioni contengono immagini.

Inoltre, utilizzare contenuti visivi nella propria strategia di web marketing permette di essere ricordati più facilmente dalle persone, che memorizzano offerte e proposte con testi e immagini piuttosto che quelle con solo testo.

Inoltre, un buon visual storytelling offre dei vantaggi anche dal punto di vista della SEO: le nuove logiche dell’algoritmo infatti prendono in considerazione parametri come l’engagement sui social.

Come creare contenuti coinvolgenti?

La prima regola per una comunicazione efficace, anche in un’epoca caratterizzata da una bassa soglia dell’attenzione, è conoscere il proprio interlocutore. Per farlo, è importante definire le cosiddette “buyer personas”, che sono alla base di qualsiasi strategia di digital marketing.

Quando si crea un contenuto, che sia per un sito web o per i social network, è importante partire dallo studio di clienti reali, che rappresentano il proprio target di riferimento, per scegliere il giusto linguaggio testuale e visivo.

Un altro aspetto fondamentale per comunicare in modo efficace è la pianificazione dei contenuti: non basta infatti comunicare nel mondo giusto, bisogna anche saper scegliere il momento giusto. Serve quindi una strategia e un piano editoriale preciso, costruito a priori sulla base di obiettivi ben determinati. Programmazione e pianificazione sono le chiavi di volta per raggiungere l’utente e coinvolgerlo, anticiparne i bisogni e offrirgli le giuste soluzioni.

L’importanza del copy

Se parliamo di creare contenuti coinvolgenti, il copy è un aspetto da non sottovalutare perché in molti casi il successo del post dipende proprio dal testo che accompagna il contenuto visuale.

Il primo passo per scrivere un copy efficace è aver chiaro l’obiettivo da raggiungere. Se vuoi far compiere all’utente un’azione ben precisa, come iscriversi ad una newsletter o acquistare un prodotto, dovrai ricorre a call to action precise e stimolanti.

Se invece il tuo obiettivo è l’engagement, puoi abbandonare la brevità per scegliere testi più lunghi, che raccontino una storia e coinvolgano l’utente.

Il copy andrà poi diversificato sulla base del formato: un post coinvolgente su Facebook ha caratteristiche diverse rispetto ad uno su Twitter. La parola chiave, quindi, è diversificazione.

Il visual

Come anticipato, il visual è un aspetto fondamentale nella creazione di contenuti coinvolgenti. Mentre il testo stimola l’azione, il visual deve catturare l’attenzione dell’utente. La scelta del formato, dei colori e dello stile può fare la differenza tra un post coinvolgente e uno che invece incontrerà l’indifferenza del tuo pubblico.

Non è possibile stabilire delle regole precise e univoche: in questi casi affidarsi ad un grafico o un videomaker esperto è la scelta migliore per creare contenuti che non solo sia ben ottimizzati ma che siano anche percepiti come autentici.

Published On: sabato, 24 Ottobre 2020 / Categories: Blog, Content Marketing /

Condividi sui tuoi social!

Scrivi un commento

Iscriviti per restare al passo con le ultime novità del digital

Ricevi la newsletter di Comon e non perderti le nostre guide e news, promettiamo di non inviarti troppe email! 🙂