Condividi sui tuoi social!

Ottimizzare i profili social è il secondo passo dopo lo start e l’apertura degli account sui vari social network. In realtà già in fase di registrazione di un nuovo profilo social è possibile seguire al meglio tutti i passaggi per poi non doversi ritrovare in seguito a porre rimedio a errori clamorosi come foto profilo di dimensioni strane o mancanza di coerenza tra un post e l’altro (entrambi passi falsi che rischiano di far sembrare il tuo profilo quello di “mio cugino”). Nonostante sia quasi ridondante nella seconda parte del 2021 ribadire certi concetti è meglio focalizzarci su quelle poche ma buone regole di partenza che possono cambiare le sorti del successo di una pagina (nel bene o nel male!)

Cinque regole, ecco quali sono:

  1. Ottimizzare i profili social: scegliere i canali adatti
  2. Le informazioni e la SEO social
  3. Essere sempre disponibile
  4. Aggiungere un invito all’azione sui post e sulle bio
  5. La coerenza prima di tutto

1. Ottimizzare i profili social: scegliere i canali adatti

Stiamo assistendo, a oltre dieci anni dall’impatto dell’asteroide Facebook nella vita di ognuno di noi, a una sostanziale rivoluzione interna ai social network. Instagram e TikTok conquistano una fetta sempre più consistente di pubblico e di autorevolezza, sono gli odierni canali di diffusione della moda, dello stile e la fucina di idee in cui si genera il sentimento comune e l’immaginario collettivo legato alle tendenze, ma non è obbligatorio esserci per forza.

Prima di stabilire le regole auree per ottimizzare i profili dei social network in questo momento storico, ricordiamoci che è giusto scegliere il canale adatto su cui comunicare, e di conseguenza scegliere come comunicare. Se vendi o fai manutenzione di ascensori forse di stare su TikTok puoi farne a meno, mentre continuare a fingere che LinkedIn non esista non è un’idea brillante.

Fai una valutazione su qual è il tuo target e i tuoi obiettivi e seleziona su quali social aprire un profilo aziendale, per restare in linea con la tua impronta, la tua missione e la tua vision.

E una volta aperti gli account aziendali concentrati, concentrati molto bene e non chiudere la procedura in fretta e furia. Dedicagli del tempo, in fin dei conti si tratta di restituire la tua immagine in un luogo potenzialmente visitato da centinaia di migliaia di persone in qualsiasi momento. Sicuro di voler comparire sciatto e senza personalità?

2. Le informazioni e la SEO social

I social network sono i nuovi motori di ricerca. Quante volte ti è capitato di cercare un locale direttamente dalla stringa di ricerca di Facebook o di cercare di l’account Instagram di un brand per “scrollare” il catalogo di prodotti dalle foto sul feed. Quotidianamente cerchiamo persone e pagine all’interno dei social. Facebook, Instagram, ma anche Pinterest, presidiare i social giusti nel modo giusto significa farsi trovare subito da potenziali clienti e dal pubblico interessata dal nostro business. Per questo abbiamo fatto accenno anche alla SEO.

Usare le keyword giuste, sapersi posizionare correttamente in ogni social a seconda degli obiettivi di business, questo è il primo imperativo da rispettare. Come? Le informazioni principali, spesso trascurate perché ritenute secondarie (o per sciatteria, ahimè) vanno curate nel dettaglio:

  • Nome profilo neutro e chiaro
  • Immagine profilo pertinente (la stessa per tutti i social)
  • Immagine di copertina rappresentativa e sempre aggiornata (no alberi di natale a marzo)
  • Una bio ad hoc pensata per parole chiave

Consigli semplici, ma su cui abbiamo visto anche i più grandi cadere. Chi ben comincia è a metà dell’opera. Apri il tuo account con le informazioni giuste e non dovrai ottimizzare i profili social all’ultimo momento, dissimulando pessime figure.

seo social

3. Essere sempre disponibile

Si chiamano social! Social! Non personal! Sono fatti per interagire e dunque la seconda regola – anche questa passata in cavalleria per molte aziende che vogliono ostentare grandezza senza assecondare le dinamiche del web– è quella di rendersi disponibili all’interazione, sempre.

Sei hai predisposto i tuoi profili social devi aver predisposto di conseguenza anche una strategia di gestione, non solo di ottimizzazione dei profili. Certo, ci sono dei profili che possono essere più “istituzionali” e meno “interattivi”, ma di base ti suggeriamo di sfruttare questi canali per rispondere alle domande, suscitare curiosità, stimolare conversazioni, raccogliere opinioni. Le modalità per farlo cambiano a seconda del social network in questione. Su Facebook ti suggeriamo di tentare con i BOT, se non hai previsto un’assistenza diretta. Sono intuitivi, comodi e divertenti. Su Instagram tramite stories puoi condurre sondaggi, fare domande e ottenere risposte, organizzare quiz per registrare preferenze.

4. Aggiungere un invito all’azione sui post e sulle bio

Sì. È vero quello che si dice, che non si sta sui social per vendere ma per creare community, informare, comunicare i propri valori, etc. etc. Però, in fin dei conti, ciò che conta è convertire i vostri follower in lead e clienti. Quindi i tuoi post, se non sempre almeno ogni tanto, dovrebbero contenere le fatidiche Call to Action, e soprattutto non può proprio mancare nella tua BIO.

Per fare subito un esempio pratico, su Instagram hai la possibilità di inserire un link nella descrizione iniziale, che puoi sempre modificare all’occorrenza sostituendolo a seconda delle necessità. Noi di Comon ci troviamo molto bene con il servizio online link.tree che ti permette di creare una sorta di landing page essenziale nella quale compaiono diversi link. Su Instagram è davvero una svolta, dal momento che non si possono inserire link interni ai post e nelle stories solo a partire dai diecimila follower in su.

5. La coerenza prima di tutto

Essere coerente non deve impedirti di essere flessibile, anzi. È solo un consiglio per ricordarti che l’ottimizzazione dei profili social passa soprattutto per una coerenza su vari livelli:

  • Coerenza visiva
  • Coerenza nei contenuti
  • Coerenza nella programmazione
  • Coerenza tra i vari profili

Hai già sicuramente sentito parlare di immagine coordinata. Qui sconfiniamo nei discorsi che farebbero felici i grafici, ma anche tutti coloro che navigano e si imbattono in profili sconclusionati, con immagini di dimensioni impossibili da caricare correttamente sui social, foto sgranate e altre bruttissime cose che non vogliamo vedere mai più. Bene, se riesci (e devi riuscirci) a mantenere un’armonia visiva tra i post della tua home di Facebook o del tuo feed Instagram allora devi riuscire a fare altrettanto con i temi e gli argomenti trattati, con il tono di voce e lo stile. Insomma, avrai capito che per non far deragliare i binari della tua programmazione devi avere una strategia alle spalle e una buona organizzazione da portare avanti. Solo così potrai ottenere coerenza sui vari profili, e dare un’immagine social di te efficace.

Questi sono le cinque leggi supreme per gestire i social e ottimizzare i profili al massimo della potenza fin da subito. La leggenda narra che chiunque venga meno a queste leggi verrà punito con carestia di lead e di contatti che convertono. Scherzi a parte, correre ai ripari è sempre possibile, ma per evitare problemi in partenza noi ti suggeriamo una via rapida e indolore: una consulenza social, e passa la paura! Ti aspettiamo.

Credits foto in evidenza: Photo by Adem AY on Unsplash

Credits foto 1: Photo by Carl Heyerdahl on Unsplash

Published On: mercoledì, 7 Luglio 2021 / Categories: Social Media /

Condividi sui tuoi social!

Scrivi un commento

Iscriviti per restare al passo con le ultime novità del digital

Ricevi la newsletter di Comon e non perderti le nostre guide e news, promettiamo di non inviarti troppe email! 🙂